L’arte che vive nel nuovo spot di Lexus

L’arte attira, affascina, emoziona e soprattutto non lascia indifferenti. Per questo motivo Lexus l’ha resa protagonista del suo ultimo spot con una serie di scene tratte da famose opere d’arte.

L’arte di distinguersi

Sotto l’insegna del claim L’arte di distinguersi, Lexus crea un efficace parallelismo tra arte e auto. Un gioco di parole e di significati che portano la casa automobilistica ad associare la sua capacità di spiccare all’indole che appartiene alle opere d’arte. Loro sì che spiccano con la loro bellezza, impossibile non notarle!

Consapevole della capacità insita all’arte di smuovere dal didentro le persone, Lexus si presenta al pubblico con una nuova veste dal sapore culturale e attraverso il binomio impresa-arte tocca il cuore, facendo leva su una sfera di emozioni che è appannaggio del marketing emozionale.

Le opere d’arte in movimento

Nel video vediamo una Lexus che attraversa una città indefinita. Lungo il tragitto si imbatte in una serie di scene che evocano in modo straordinariamente verosimile le opere d’arte di artisti che hanno segnato la storia dell’arte.
Non è possibile rimanere indifferenti, la cosa tocca, incuriosisce, appassiona. La vista di opere d’arte studiate e immaginate nella loro staticità, ora sono in movimento e in un contesto nuovo, rafforza la carica comunicativa del brand, che si fa coinvolgente.

Accanto al passaggio de La ragazza con l’orecchino di perla di perla di Vermeer, vediamo prendere forma le geometrie (Composition A) di Mondrian, mentre in un negozio è collocato un vaso di Girasoli di Van Gogh. Mentre nell’aria vola un palloncino azzurro (Balloon Dog di Koons ), l’auto procede il suo percorso, fino ad arrivare al mare, dove incontra i Bagnanti ad Asnieres di Seurat, per poi terminare il suo percorso a sera ormai calata. Qui, tra le luci della città l’auto si ferma e l’uomo che l’ha guidata fino ad ora scende per sostare in un bar dove una fanciulla dai capelli rossi sta sorseggiando una bevanda da sola. Le lascia le chiavi e rimane in sua presenza. Ci troviamo di fronte alla nota scena dei Nottambuli di Hopper.

Arte e impresa, un binomio vincente

Non possiamo negarlo, Lexus si è avvalsa di una forma di comunicazione davvero emozionale. Arte e impresa sono indispensabili l’una all’altra: insieme rafforzano il potere di coinvolgimento e di comunicazione di ogni brand.

potrebbe interessati anche

Navigando all'interno del sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi